Tel: 0332 284590 • E-mail: info@studioturconi.com 

Consulenza Aziendale e del Lavoro

Legge di Bilancio 2018 - Carburante

Circolare n. 03 del 25/01/2018 - Con riferimento alle novità relative agli adempimenti Iva nel settore dei carburanti provvediamo ad illustrare le principali novità introdotte dalla Legge di bilancio 2018.

La norma in esame introduce alcune misure di contrasto alla frode nel settore della commercializzazione e distribuzione dei carburanti che entreranno in vigore a partire dal prossimo 1° luglio 2018.

In particolare, a partire da tale data (art. 1, commi 919-927):

  • viene previsto, attraverso la modifica dell’art. 22 del D.P.R. 633/1972, che gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso gli impianti stradali da parte dei soggetti passivi Iva, devono essere documentati attraverso la fattura elettronica e che per tali operazioni viene abrogata la disciplina relativa alla compilazione della scheda carburante. Sono esclusi dall’obbligo di certificazione i soli acquisti effettuati al di fuori dall’esercizio dell’attività d’impresa, arti o professioni
  • viene introdotto l’obbligo di pagamento di tutti gli acquisti di carburante presso gli impianti stradali tramite carte di credito, carte di debito, carte prepagate da parte dei soggetti passivi IVA, subordinando la deducibilità del costo e la detrazione dell’IVA alla prova del pagamento elettronico. Ciò significa che le spese sostenute dai soggetti passivi Iva per carburante e per autotrazione saranno considerate deducibili solo se effettate mediante carte di credito, carte di debito o carte prepagate emesse da operatori finanziari; segnaliamo che la disposizione modificativa della detrazione dell’iva su tali spese prevede che l’Agenzia delle entrate possa individuare altri strumenti idonei di pagamento al fine di consentirne la detrazione
  • viene prevista un’agevolazione per gli esercenti di impianti di distribuzione di carburante consistente in un credito d’imposta pari al 50% del totale delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate dal 1° luglio 2018 tramite sistemi di pagamento elettronico mediante carte di credito emesse da operatori finanziari soggetti all’obbligo di comunicazione. Tale credito è utilizzabile esclusivamente in compensazione mediante modello F24 a partire dal periodo d’imposta successivo a quello di maturazione ed è concesso nei limiti e alle condizioni della normativa europea relativa agli aiuti de minimis di cui al Regolamento (UE) N. 1407/2013.

 

Cordiali saluti.

G. Turconi

G.T. Service S.A.S. di G. Turconi & C. Società tra professionisti • Via Grandi, 10 - Varese • P.IVA 02795210125

Tel. 0332 284590 • Fax 0332 283370 • E-mail: info@studioturconi.com